Video 3 – Il primo passo nella consapevolezza dell’energia

L’importanza dell’ambiente naturale e dell’armonia


 

Video 2 – Concetti chiave nel Trading con i Minicicli

I Concetti chiave nell’approccio al Trading, e in particolare nel Trading con i Minicicli. Non basta avere un sistema ed applicarlo per poter guadagnare nel tempo, serve un’impostazione psicologica di base. Occorre sviluppare una consapevolezza dell’energia e la capacità entrare in uno stato superiore di neutralità e di distacco. Armonia, consapevolezza ed energia sono i tre fattori chiave di cui tenere conto per raggiungere l’equilibrio tra guadagno e benessere.


 

Video 1 – Presentazione di Giancarlo Anelli

In questo video parlo della mia esperienza di oltre 15 anni in Borsa. Il mio approccio è un po’ particolare, in quanto mi avvalgo, oltre che dell’analisi tecnica, anche dello studio degli elementi astrologici. Ho scritto tre libri su questi argomenti. Sono giunto alla conclusione, in questo particolare momento storico, che per interagire con i mercati ed ottenere risultati positivi nel trading, non sia più sufficiente avere un buon sistema ed applicarlo. Serve una CONSAPEVOLEZZA dell’ENERGIA, cioè la capacità di cogliere i segnali interiori ed esteriori, agendo di conseguenza. Mi rivolgo agli appassionati di Borsa, agli esperti del settore, agli investitori, a coloro che vogliono dedicarsi al trading come seconda attività. Il mio intento è fornire una guida e un punto di riferimento per comprendere le dinamiche energetiche e le fluttuazioni cicliche dei mercati (tutte quelle cose che i mezzi di comunicazione difficilmente possono spiegare…).


 

La “frontiera del trading” (commento serale del 6-9-2017)

Ben ritrovati.

Dopo un’apertura negativa attorno ai 21600 punti (condizionata dai mercati americani) il FUTURE ha recuperato velocemente la parità, concludendo in territorio positivo (Ftse Mib a 21815 punti, a +0,35%).

Con la tenuta dei 21700 sul fine giornata, dunque, si è evidenziato un segnale di FORZA, che verrebbe però confermato solo dalla netta rottura dei 21900 punti.

In tal caso, come ribadito più volte negli ultimi commenti, il primo obiettivo rialzista potrebbe trovarsi attorno ai 22100-22200 punti.

Sappiamo che a livello settimanale (finché non intervengono fattori contrari) la tendenza è prevalentemente LONG.

In merito ai MINICICLI, la data di INVERSIONE viene al momento posticipata di qualche giorno (seguiranno comunicazioni più precise).

Quali altri fattori abbiamo in direzione rialzista ?

Direi essenzialmente il SESTILE GIOVE-SATURNO e anche la presenza di GIOVE in BILANCIA, favorevole al mercato italiano (è stata mostrata la CORRELAZIONE con l’anno 2005).

In questi giorni, devo dire la verità, interpretando gli “UMORI” circostanti, ho percepito una predisposizione verso operazioni SHORT ma pochissima voglia di operazioni LONG.

Cosa può significare?

In base all’esperienza, quando tutti pensano (o meglio SONO “INDOTTI A PENSARE”), che il mercato vada da una parte, solitamente va dalla parte opposta.

E’ difficile, anzi difficilissimo, uscire dal CONDIZIONAMENTO MEDIATICO e dal continuo GUARDARE le QUOTAZIONI, (così da RIMANERE NEUTRALI e “possibilisti”).

Come ho raccontato all’INCONTRO di MILANO (in Giugno), le SVOLTE del MERCATO sono precedute da SENSAZIONI FORTI, che possono essere avvertite INTERIORMENTE solo quando si è DISTACCATI dal “mondo”e RADICATI in SE STESSI.

Siccome nell’UOMO MEDIO non è sviluppata una CONSAPEVOLEZZA dell’ENERGIA, si cercano risposte al DI FUORI, nel CAMPO MENTALE e DIGITALE delle INFORMAZIONI.

Se il 90% degli OPERATORI perde, significa che è completamente avvolto da questo “CAMPO”, che induce a risposte ed azioni erronee.

Più una SVOLTA è FORTE, tendenzialmente, e più operatori saranno POSIZIONATI al CONTRARIO.

Il LAVORO di GRUPPO consiste invece nell’ELABORARE le INFORMAZIONI che si hanno all’INTERNO e non all’ESTERNO.

Più si ALZA il LIVELLO di ENERGIA all’INTERNO di un GRUPPO e MAGGIORE è la POSSIBILITA’ di COGLIERE la VERITA’, l’ESSENZA delle COSE, e potenzialmente anche le SVOLTE del MERCATO.

La “FRONTIERA” del TRADING non consiste SOLO nell’avere un buon sistema e una buona metodologia per affrontare questo MERCATO ma di cercare di ANTICIPARLO!

Parliamoci chiaro: l’INTELLIGENZA ARTIFICIALE sta facendo passi da gigante, gli ALGORITMI stanno prendendo il sopravvento rispetto ai METODI TRADIZIONALI di TRADING…

Le MACCHINE non hanno EMOTIVITA’, non hanno CEDIMENTI PSICOLOGICI, non si abbattono per le PERDITE e non gioiscono per i GUADAGNI.

Per competere con questi “nuovi avversari” serve ATTIVARE la GUIDA INTERIORE, l’ISTINTO SUPERIORE, il COLLEGAMENTO con il CIELO.

Ma il CIELO è in ALTO e noi siamo in BASSO…

Il PIANO MENTALE (terza dimensione) è ormai “intasato”, il PIANO EMOTIVO (quarta dimensione) è altrettanto “saturo” (di tanti “fardelli”), il PIANO SPIRITUALE (quinta dimensione) è invece LIBERO e potenzialmente ACCOGLIENTE.

La COSCIENZA deve quindi spostarsi verso il PIANO SPIRITUALE, là dove è più facile attingere alle ENERGIE di LUCE, alla VERITA’, ai POTERI di MANIFESTAZIONE e INTUIZIONE.

Bisogna chiaramente volerlo e fare uno sforzo.

Buona serata.