Report di Borsa – Corsi online – Black Friday 2019

La mia offerta irrinunciabile per la settimana del Black Friday
Sono finalmente aperte le iscrizioni all’Accademia del Trading Planetario!
Report di Borsa e Corsi online
https://giancarlo-anelli.mykajabi.com/Black%20Friday%202019

Gli IMPULSI al RIBASSO sul DAX nel 2019

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib

(Dal report del 20-11-2019)

Ben ritrovati.

Il Ftse Mib, nonostante un’apertura negativa ha recuperato nel pomeriggio, chiudendo in leggero progresso a +0,10%.

I prezzi sono rimasti sotto la MEDIA MOBILE a 14 giorni ma non hanno “bucato” il supporto posto a 23300-23350 punti.

Di una certa importanza quindi la seduta di domani per vedere appunto se vi sarà o meno questa rottura (in caso contrario è probabile una risalita almeno a 23500-23550 punti).

Si può già dire, qualora prevalesse invece la direzione ribassista, che gli obiettivi (a mio parere) potrebbero trovarsi a 22900 / 22600 / 22200-22300 punti, come indicato nel grafico sotto.

Analizziamo nello specifico anche il DAX, che comunque sta rispondendo bene all’ANALISI TEMPORALE elaborata nelle scorse settimane.

Come abbiamo visto si è verificato un movimento rialzista di 26 sedute tra il MINIMO del 2 Ottobre e il MASSIMO del 7 Novembre (il massimo intraday di ieri a 13370 punti, che sarebbe caduto al 34° giorno, non è stato confermato sul fine giornata).

Riprendiamo la TABELLA riassuntiva dei 6 IMPULSI RIALZISTI del 2019 (di cui l’ultimo è stato il più potente, con ben +1364 punti percorsi).

Può essere interessante esaminare anche le fasi di RIBASSO del DAX nel 2019.

I primi ritracciamenti (fino a Maggio) sono stati molto veloci, dapprima di 3 sedute e poi di 4 sedute.

Da Maggio in avanti vi sono stati movimenti discendenti più ampi ed articolati, nell’ordine di 20  / 30 / e 14 sedute.

Osservando però i singoli IMPULSI al RIBASSO ne ho contati 7, mediamente di 450-550 punti, tranne uno da 1100 punti.

Ciò significa, per ipotesi, che se dal massimo del 7 Novembre a 13289 punti partisse (o fosse già partito) un IMPULSO RIBASSISTA, questo dovrebbe fare almeno 450-550 punti.

Sarebbe quindi l’ottavo impulso ribassista.

Alla prossima.
Giancarlo Anelli

Promozione abbonamento

Home

Newsletter

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Dove cadrà il prossimo minimo ? (dal report del 13-11-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib

Ben ritrovati.

Dopo la volata di ieri il Ftse Mib oggi è tornato indietro, recuperando leggermente nel finale (chiusura a -0,86% a 23578 punti).

Un primo indizio di debolezza verrebbe dalla rottura dei 23500 punti (media mobile a 5 giorni), ma solo sotto i 23000 punti avremmo un segnale più chiaro.

Questa sera voglio mostrarvi un grafico particolarmente interessante, che riprende comunque osservazioni fatte recentemente.

Vediamo quindi la GRIGLIA delle DISTANZE tra MINIMI e MASSIMI sul Ftse Mib.

Ho inserito solo le distanze principali (questi sono giorni di calendario e non sedute di Borsa).

Non è il conteggio esatto dei giorni ma un’approssimazione ai 15 / 30 / 45 / 60 / 75 / 90 / 120 giorni, che corrispondono anche agli aspetti in gradi tra i pianeti (ne abbiamo già parlato).

Dal massimo di metà Aprile al minimo di fine Maggio-inizio Giugno, 45 giorni.

Dal minimo di inizio Giugno al massimo di metà Luglio, 45 giorni.

Dal massimo di metà Luglio al minimo di metà Agosto, 30 giorni.

Dal minimo di metà Agosto al massimo di metà Settembre, 30 giorni.

Dal massimo di metà Settembre al minimo di inizio Ottobre, 15 giorni.

Dal minimo di inizio Ottobre ai giorni attuali (metà Novembre), circa 45 giorni.

Da notare ovviamente altre distante significative (riporto il grafico per facilitare la lettura).

Dal massimo di metà Aprile al massimo di metà Luglio, 90 giorni.

Dal massimo di metà Luglio al massimo di metà Settembre, 60 giorni.

Dal massimo metà Settembre al massimo (potenziale) di metà Novembre, 60 giorni.

Dal minimo di fine Maggio al minimo di metà Agosto, 75 giorni.

Dal minimo di metà Agosto al minimo di inizio Ottobre, 45 giorni.

Vi giro allora una domanda…

Che distanza ci sarà dal minimo di inizio Ottobre al prossimo minimo ?

Dove cadrà a livello temporale?

Fine Novembre – inizio Dicembre ?

Metà Dicembre ?

Fine Dicembre ?

Metà Gennaio?

Fine Gennaio?

Non avremo un minimo??

Lascia a voi la possibile risposta…

Fatemi sapere comunque se vi è piaciuta questa analisi.

Alla prossima.
Giancarlo Anelli

Promozione abbonamento

Home

Newsletter

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

L’analogia degli anni 1986/1997 (dal report del 7-11-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib

Ben ritrovati.

Abbiamo assistito, in apertura, ad un “massimo fantasma” del FUTURE MIB a 23705 punti, durato solo un istante (il prezzo è tornato subito attorno ai 23450 punti circa).

La seduta è rimasta comunque in territorio positivo, con il Ftse Mib in chiusura a 23503 punti (+0,56%).

Il DAX ha fatto ancora meglio, terminando a +0,83%, a 13289 punti.

Siamo giunti dunque al 26° giorno di rialzo dal minimo del 2 Ottobre, con ben 1364 punti percorsi.

Questo sesto movimento impulsivo si sta rivelando più forte di tutti gli altri cinque del 2019.

La salita è stata praticamente verticale, con pochissimi ritracciamenti e di breve durata.

Bisogna ammettere che non ci si aspettava un movimento così potente e prolungato…

Nell’ottica di LUNGO PERIODO, vedendo appunto la FORZA degli INDICI in questa fase, mi è venuto in mente che il MASSIMO del 1986 sul mercato italiano durò oltre 10 anni e venne superato solo nel 1997.

Sono andato quindi a ripescare un grafico che avevo utilizzato per uno dei miei libri e ve lo ripropongo qui sotto (una elaborazione del COMIT sul MIB30).

Vedete appunto che a seguito del massimo del Maggio 1986 il mercato entrò in una dinamica oscillatoria per parecchi anni e ne uscì con l’esplosione rialzista del 1997 che portò poi ai massimi dell’anno 2000.

Attualmente ci troviamo in un contesto analogo, in quanto il massimo dell’Ottobre 2009 (dieci anni fa) ha resistito fino a qui (abbiamo avuto dei massimi leggermente inferiori nel 2015 e un altro massimo allineato l’anno scorso).

Se quanto accaduto tra il 1986 e il 1997 dovesse ripetersi avremmo dunque buone probabilità di vedere nuovi massimi nel 2020.

In tal caso (come potete vedere sotto) gli obiettivi rialzisti non mancherebbero…

Come sempre, è necessario dare delle “AVVERTENZE”…

Queste non vogliono essere PREVISIONI altisonanti o “PREDIZIONI”, sono semplicemente degli SCENARI che si possono verificare sulla base dei grafici a disposizione e tramite la lettura delle correlazioni storiche.

Per ogni SCENARIO ve ne deve essere contestualmente uno OPPOSTO, per cui sulla rottura dei 18000 punti, ad esempio, qualcuno potrebbe pronosticare un ritorno a 12000 punti.

Tutto può accadere…

Un ANALISTA NON E’ un INDOVINO, anche perché il FUTURO non è scritto, ed in particolar modo sui mercati.

Alla prossima.
Giancarlo Anelli

Promozione abbonamento

Home

Newsletter

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI