L’influenza plutoniana sul mondo (tratto dal libro “Iniziazione alla Borsa e alla visione planetaria”) – 2° parte

L’influenza “Plutoniana” sul MONDO (tratto dal 2° capitolo del 3° libro)

Da qualche parte è scritto che al DIAVOLO sarebbe stato concesso un SECOLO, per “tentare” l’umanità e volgerla al proprio servizio.
Possiamo tranquillamente affermare che dal 1930 in avanti, e cioè dalla scoperta di PLUTONE in poi, siamo pienamente “dentro” questo periodo storico; l’UMANITA’ è letteralmente discesa negli INFERI e ci rimarrà presumibilmente fino al 2030 (anno più, anno meno).
Lo scopo del “DIAVOLO” è quello di “allettare” l’umanità e farla degenerare, estendendo sempre di più il proprio dominio tra gli uomini che l’accolgono, in virtù di “ricompense materiali”. Sembrano discorsi BIBLICI (e in effetti lo sono), eppure sono anche estremamente reali, concreti, attuali.
Come abbiamo già detto, PLUTONE è un pianeta del SISTEMA SOLARE e come tale “vive” già dentro di NOI, essendo parte del nostro essere.
Associando PLUTONE al MALE, allo SCORPIONE, all’influenza “luciferina” (utilizzo dei sinonimi per identificare sempre lo stesso tipo di “energia”), cominciamo a comprendere come essa agisce e come si può riconoscere.
Da che mondo e mondo, al Diavolo è dato il “POTERE d’ATTRAZIONE” e la capacità d’essere “tentatore” ed “ingannatore”. Egli dunque agisce attraverso le TENTAZIONI del MONDO, concrete e materiali, ma anche immateriali.
La sua SFIDA ed OBIETTIVO, come si può evincere, è creare un MONDO PARALLELO, in aperta sfida al MONDO NATURALE: un mondo “sintetico”, “digitale”, “artificiale”, un mondo SENZA ENERGIA e quindi SENZ’ANIMA…
Il MALE purtroppo imperversa e si ramifica ovunque; attraverso il suo indiscutibile “fascino”, induce in tentazione gli esseri umani, e li schiera dalla propria parte. L’UOMO è attratto da tutto ciò che gli dà POTERE, FAMA, NOTORIETA’, ma anche da ciò che gli rende la vita meno faticosa, più comoda, più ricca, più divertente, senza badare troppo alle conseguenze.
Si è discusso molto sul significato BIBLICO del 666, la “bestia”, Satana, ecc.
Come qualcuno ricorderà in un articolo precedente, questo passaggio è già stato “decodificato”: il 666 è la parte “bestiale” di ciascuno di NOI, il retaggio del nostro PASSATO ANIMALE ed è collegato al significato del PIANETA PLUTONE; è un qualcosa insito nelle nostre CELLULE e nel nostro DNA.
Potremmo definirlo anche il “peccato originale”, perché questo aiuterebbe nella comprensione. E’ anche una particolare “struttura” delle NOSTRE CELLULE, una formula “atomica” che ci rende quello che siamo: ESSERI UMANI a metà tra l’ANIMALE e il DIVINO.
Nel cammino della nostra evoluzione, abbiamo la possibilità di GOVERNARE la nostra parte plutoniana, il nostro 666, la nostra “PULSIONE ANIMALE”.
Non possiamo “distruggerla” o “annientarla”, perché distruggeremmo noi stessi; possiamo solo governarla attraverso la CONSAPEVOLEZZA della sua esistenza e della sua funzione specifica all’interno dell’essere umano.
Quanto più “cadiamo in tentazione”, tanto più la nostra PARTE PLUTONIANA si rafforza; tanto più DOMINIAMO le “tentazioni”, tanto meglio comprendiamo l’influenza “luciferina” ed il suo sottile gioco.
Per rendersi conto di come il pianeta Terra sia sceso negli INFERI del periodo PLUTONIANO, è sufficiente osservare le modalità secondo cui si esprime il cosiddetto PROGRESSO, tanto importante nella nostra società.
Diamo per scontato, molte volte, quello che è il nostro MODO di VIVERE, circondati dalle COMODITA’ a cui siamo abituati. Sono però diverse le circostanze in cui viviamo un profondo senso di malessere, di disagio, di insofferenza, di “dannazione”, di infelicità, di insoddisfazione.
In tutte queste circostanze, sta agendo inevitabilmente l’influenza plutoniana, e ciascuno di noi ha facoltà di scoprire DOVE si NASCONDE.
Potrebbe essere in uno strumento tecnologico, oppure in un alimento, o in un elettrodomestico, o anche in qualcosa di più immateriale (teniamo a mente che il “Diavolo” utilizza la “materia” per le sue “tentazioni”).
Certamente si trova in tutto ciò che è in analogia con il segno dello Scorpione, e cioè nel DEBITO, ad esempio, oppure nell’OSSESSIONE, nella BRAMA di POTERE, nel mancato rispetto della natura, o anche nella “SPECULAZIONE”.
Quando, in un determinato ambito, o in un particolare settore, i prezzi salgono molto al di là del loro valore intrinseco, e senza una vera motivazione, c’è senza dubbio l’influenza plutoniana e cioè lo “zampino del Diavolo”, e le conseguenze portano ad un impoverimento e ad uno svantaggio generale.
Tutti noi abbiamo la possibilità di IDENTIFICARE le “tentazioni”, le “alterazioni”, i processi autodistruttivi e “degenerativi”, ponendovi rimedio.
Tutti noi abbiamo la possibilità di andare OLTRE l’influenza PLUTONIANA, in modo da creare le BASI per la PROSSIMA FASE EVOLUTIVA, quella che ci restituirà alla nostra MATRICE GALATTICA ed UNIVERSALE.
Come detto precedentemente, non possiamo distruggere la parte plutoniana, perché è dentro di NOI; possiamo però compiere delle scelte consapevoli, ed adeguare il nostro comportamento in funzione di PRINCIPI più ELEVATI.
In ogni ambito e in ogni momento possiamo “fare la differenza”, mettendo in LUCE la parte DIVINA che è in NOI e che vuole, desidera, crede, in una VITA SUPERIORE e in ARMONIA con la NATURA.
Come avrete ormai capito, la BORSA ha moltissime connotazioni plutoniane e un enorme “POTERE d’ATTRAZIONE”, capace di “distruggere”.
Chi si “approccia” inizialmente alla BORSA nel modo sbagliato, può realmente sperimentare sensazioni infernali e forti pulsioni emotive, dalla “frustrazione” per una perdita, alla tentazione di rischiare tutto per fare il “colpo della vita”.
Eppure, io credo, messa da parte l’AVIDITA’, la PAURA, la TENTAZIONE di alzare la posta in palio, e la BRAMOSIA di GUADAGNO, si può superare una prova enorme: quella di “trascendere” la PARTE PLUTONIANA.
Andare al di là di noi stessi e di quel piccolo e indefinibile pianeta interiore che ci porta ad entrare “IN RISONANZA” con la parte peggiore di noi, e che è comunque presente attorno a noi.
Riuscire a NON essere “catturati” dalla BORSA, AGENDO con moderatezza e ponderatezza, RIMANENDO distaccati e non vincolati al risultato, stando al di sopra dei propri istinti inferiori: questo deve essere il vero obiettivo!
Cambiando l’approccio alla BORSA, superando l’AVIDITA’ e la BRAMOSIA, entrando in una prospettiva CICLICA ed UNIVERSALE, di cui i PIANETI sono l’ESPRESSIONE, entriamo veramente in un NUOVO MONDO.
LA RIVOLUZIONE potrebbe partire proprio dal MONDO FINANZIARIO.
Alla prossima.
Giancarlo Anelli

Libri

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...