Panoramica settimanale su Indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (14-4-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA.

Notiamo un sostanziale equilibrio attorno alla parità, con il solo BOVESPA brasiliano in forte calo (-4,38%). 

Il Ftse Mib italiano, come prospettato tre settimane fa, si è ulteriormente avvicinato alla soglia dei 22000 punti, raggiungendo un livello che funge ora da spartiacque tra rialzo e ribasso.

Il DAX tedesco, dopo un breve storno, è ritornato sulla soglia dei 12000 punti.

Uno sguardo di LUNGO PERIODO all’EUROSTOXX50 (l’indice europeo).

Sempre più prossimo agli 8000 punti il NASDAQ americano, e non distante dal massimo di inizio Settembre 2018, fatto a 8110 punti.

In controtendenza, come detto sopra, il BOVESPA.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 15 Aprile.

Come ipotizzato nel report precedente, con la QUADRATURA del SOLE a SATURNO e PLUTONE i mercati azionari hanno rallentato la corsa, in alcuni casi tornando un po’ indietro.

La QUADRATURA SOLE-SATURNO e SOLE-PLUTONE prosegue ancora ma si sta approssimando l’importante TRIGONO SOLE-GIOVE (positivo), che potrebbe influenzare tutto il prossimo periodo.

Altri aspetti frenanti sono la QUADRATURA MERCURIO-GIOVE e VENERE-GIOVE, oltre alla SESQUIQUADRATURA PLUTONE-MARTE.

Da segnalare poi il passaggio del SOLE da ARIETE a TORO, che avverrà il giorno 20 Aprile (ogni cambio di segno è un potenziale “set-up”). Il SOLE sarà anche in CONGIUNZIONE a URANO, attualmente a 2° del TORO.

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

Mantiene le posizioni il PETROLIO, mentre calano ARGENTO e PLATINO.

Dopo il break-out verso l’alto, il PLATINO ha quindi leggermente ritracciato.

Il PETROLIO sta tentando di forzare la resistenza dei 64-65 dollari.

L’EURO-DOLLARO ha rimbalzato dal doppio minimo fatto attorno a 1,12.

Infine le CRIPTOVALUTE, prevalentemente in ribasso dopo l’ascesa delle settimane precedenti (aggiornate a Venerdì 12-4).

Il BITCOIN staziona sulla soglia dei 5000 dollari; l’obiettivo successivo, in caso di prosecuzione della tendenza rialzista, potrebbe trovarsi attorno ai 6000 dollari.

LITECOIN ha trovato una resistenza ed ha perso circa il 10%, fermandosi momentaneamente sulla MEDIA MOBILE a 14 giorni.

Non decolla invece RIPPLE, in laterale da diversi mesi.

Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

* Questa è una panoramica “orientativa”; per chi volesse approfondire il discorso sui mercati, c’è la possibilità richiedere una PROVA GRATUITA di 10 giorni ai REPORT GIORNALIERI e alle STRATEGIE OPERATIVE su MIB e DAX.

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Panoramica settimanale su Indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (7-4-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA.

L’incremento medio supera il 2%; spicca il DAX tedesco, in rialzo del 4,20%.

Il Ftse Mib italiano, come prospettato, si è avvicinato alla soglia dei 22000 punti, raggiungendo un livello molto importante (in linea con alcuni minimi formatisi nel 2018).

Il DAX tedesco ha pienamente raggiunto l’obiettivo dei 12000 punti, già citato diverse settimane fa.

Ha riconquistato la vetta lo SMI svizzero (in linea con i massimi dal 2007 in poi).

Altro scatto per il NASDAQ americano, ora poco distante dagli 8000 punti.

Più debole, nell’ultimo periodo, il NIKKEI giapponese.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 8 Aprile.

L’ingresso di MARTE in GEMELLI, come ipotizzato, ha “vivacizzato” gli scambi; il balzo si è concretizzato sopratutto sulle CRIPTOVALUTE (vedi più sotto).

Il SOLE, intanto, sta entrando nell’orbita della QUADRATURA con SATURNO e poi con PLUTONE, aspetti potenzialmente “frenanti”.

Anche MERCURIO, dai PESCI, entrerà in QUADRATURA con GIOVE in SAGITTARIO.

Completa il quadro la SESQUIQUADRATURA SATURNO-MARTE.

Riusciranno questi aspetti, tendenzialmente negativi, a rallentare il TREND dei mercati azionari?

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

E’ salito ancora il PETROLIO, con ORO e ARGENTO stabili.

Ottimo lo slancio del PLATINO, che ha superato i massimi precedenti.

Il PETROLIO si trova nella fascia tra i 62 e i 64 dollari: possibile resistenza?

Doppio minimo a distanza di un mese sull’EURO-DOLLARO (da verificare la tenuta di 1,12).

Infine le CRIPTOVALUTE, letteralmente esplose al rialzo (aggiornate a Venerdì 5-4).

Il BITCOIN è decollato, riconquistando la soglia dei 5000 dollari; l’obiettivo successivo, in caso di prosecuzione, potrebbe trovarsi attorno ai 6000 dollari.

Grande accelerazione anche per LITECOIN, il cui TREND era già ben impostato da Dicembre.

Si riprende con forza BITCOIN CASH, ritornando sui valori di Novembre 2018.

Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Panoramica settimanale di Borsa e Pianeti (31-3-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA.

La prevalenza è positiva (+0,9 % di media) sia in Europa che negli Stati Uniti. In controtendenza il NIKKEI giapponese.

In caso di prosecuzione della tendenza rialzista sul Ftse Mib italiano il prossimo STEP di MEDIO PERIODO potrebbe trovarsi attorno ai 22000 punti (sotto il grafico settimanale).

Nel BREVE, dopo il massimo del 19 Marzo a 11788 punti, il DAX tedesco sta tentando di rimbalzare dal minimo del 25 Marzo, fatto a 11347 punti.

Anche il FTSE 100 inglese cerca di riportarsi sui massimi stagionali.

Il NASDAQ americano, dopo aver centrato l’obiettivo dei 7800 punti (citato in un report precedente), è tornato leggermente indietro ma si trova ancora sopra la MEDIA MOBILE azzurra a 14 giorni.

Infine il NIKKEI, a cavallo della soglia dei 21000 punti.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 1° Aprile.

Il SOLE viaggia in territorio neutro (in ARIETE) senza formare ASPETTI, non offrendo quindi particolari spunti di riflessione.

Prosegue intanto l’EFFETTO ESPANSIVO di GIOVE nel segno di fuoco del SAGITTARIO, già manifestatosi nei primi tre mesi dell’anno sui mercati azionari, mentre MARTE fa il suo ingresso in GEMELLI, segno nel quale potrà mostrare una certa vivacità.

MERCURIO ha ripreso il MOTO DIRETTO ed è in CONGIUNZIONE a NETTUNO.

Completa il quadro la CONGIUNZIONE tra PLUTONE e SATURNO in CAPRICORNO, con quest’ultimo in SESTILE a NETTUNO in PESCI (positivo).

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

Si conferma “tonico” il PETROLIO, con ORO e ARGENTO in calo. Buono lo spunto del RAME.

Indizi di “pericolo” sul NATURAL GAS, che si avvicina all’importante supporto dei 2,60 dollari (implicazioni negative in caso di rottura verso il basso).

Il PETROLIO sembra dirigersi verso i 62 dollari.

Non convince il grafico di lungo periodo sull’ARGENTO, a meno che non avvenga un’improvvisa ripartenza.

Infine le CRIPTOVALUTE, in discreto rialzo (aggiornate a Venerdì 29-3).

Il BITCOIN è ritornato di poco sopra i 4000 dollari; riuscirà a decollare?

Sempre ben impostato LITECOIN (il TREND è rialzista da metà Dicembre).

Lenta risalita per BITCOIN CASH dopo la “debacle” del 2018.


Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Panoramica settimanale su Indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (31-3-2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA.

La prevalenza è positiva (+0,9 % di media) sia in Europa che negli Stati Uniti. In controtendenza il NIKKEI giapponese.

In caso di prosecuzione della tendenza rialzista sul Ftse Mib italiano il prossimo STEP di MEDIO PERIODO potrebbe trovarsi attorno ai 22000 punti (sotto il grafico settimanale).

Nel BREVE, dopo il massimo del 19 Marzo a 11788 punti, il DAX tedesco sta tentando di rimbalzare dal minimo del 25 Marzo, fatto a 11347 punti.

Anche il FTSE 100 inglese cerca di riportarsi sui massimi stagionali.

Il NASDAQ americano, dopo aver centrato l’obiettivo dei 7800 punti (citato in un report precedente), è tornato leggermente indietro ma si trova ancora sopra la MEDIA MOBILE azzurra a 14 giorni.

Infine il NIKKEI, a cavallo della soglia dei 21000 punti.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 1° Aprile.

Il SOLE viaggia in territorio neutro (in ARIETE) senza formare ASPETTI, non offrendo quindi particolari spunti di riflessione.

Prosegue intanto l’EFFETTO ESPANSIVO di GIOVE nel segno di fuoco del SAGITTARIO, già manifestatosi nei primi tre mesi dell’anno sui mercati azionari, mentre MARTE fa il suo ingresso in GEMELLI, segno nel quale potrà mostrare una certa vivacità.

MERCURIO ha ripreso il MOTO DIRETTO ed è in CONGIUNZIONE a NETTUNO.

Completa il quadro la CONGIUNZIONE tra PLUTONE e SATURNO in CAPRICORNO, con quest’ultimo in SESTILE a NETTUNO in PESCI (positivo).

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

Si conferma “tonico” il PETROLIO, con ORO e ARGENTO in calo. Buono lo spunto del RAME.

Indizi di “pericolo” sul NATURAL GAS, che si avvicina all’importante supporto dei 2,60 dollari (implicazioni negative in caso di rottura verso il basso).

Il PETROLIO sembra dirigersi verso i 62 dollari.

Non convince il grafico di lungo periodo sull’ARGENTO, a meno che non avvenga un’improvvisa ripartenza.

Infine le CRIPTOVALUTE, in discreto rialzo (aggiornate a Venerdì 29-3).

Il BITCOIN è ritornato di poco sopra i 4000 dollari; riuscirà a decollare?

Sempre ben impostato LITECOIN (il TREND è rialzista da metà Dicembre).

Lenta risalita per BITCOIN CASH dopo la “debacle” del 2018.


Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Panoramica settimanale su Indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (27-1- 2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA, che mostrano un andamento differenziato; il peggiore, in Europa, è il FTSE 100 inglese (-2-12%), il migliore, nella selezione, è il BOVESPA brasiliano (+1,64%); sostanzialmente invariati i mercati americani, grazie al recupero delle ultime sedute.

Il FTSE MIB italiano, dopo il minimo di fine 2018 (sotto nel grafico settimanale) ha innescato un movimento di recupero, superando la TRENDLINE discendente partita dal massimo del 4 Maggio (vedi freccia BLU). In caso di continuazione della tendenza, il prossimo obiettivo potrebbero trovarsi in area 20300-20500 punti, vale a dire nei pressi dei minimi di Agosto 2018. Non è escluso comunque che il mercato possa tornare (a breve o successivamente) verso i 19000 punti per “ritestare” la TRENDLINE sopra citata.

Il DAX tedesco ha riconquistato gli 11000 punti e sta tentando di ritornare verso gli 11500-11600 punti; fondamentale però la tenuta dei 10800 punti in caso di ritracciamento.

Decisa la risalita del NASDAQ americano (7165 punti) dopo il minimo del 24 Dicembre a 6193 punti; da verificare la tenuta del supporto formatosi attorno ai 7000 punti, in coincidenza della MEDIA MOBILE rossa a 55 giorni.

Continua a stupire, infine, il BOVESPA brasiliano, sui massimi assoluti (97677 punti) e non lontano quindi dalla importantissima soglia dei 100.000 punti.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 28 Gennaio.

L’inizio della settimana appena trascorsa ha visto diversi aspetti planetari conflittuali e gli indici azionari ne hanno risentito, alcuni in misura maggiore, altri in misura minore.

MARTE, in ARIETE, sta uscendo dalla QUADRATURA con SATURNO in CAPRICORNO ed è ora in perfetto TRIGONO a GIOVE e VENERE, transitanti oltre la metà del segno del SAGITTARIO (aspetto molto positivo).

Si allenta di conseguenza la precedente QUADRATURA tra GIOVE e NETTUNO (in PESCI).

Il SOLE intanto è in ACQUARIO, in CONGIUNZIONE a MERCURIO.

E’ terminata anche la QUADRATURA SOLE-URANO (altro aspetto “frenante”).

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

Mentre il PETROLIO si concede una pausa, cala ancora il NATURAL GAS; ottimo invece l’andamento dei METALLI.

Qui sotto vediamo il grafico del NATURAL GAS, con massimo a metà Novembre attorno ai 4,75 e ritorno nel RANGE degli ultimi due anni, compreso tra 2,60 e 3,90.

L’ORO procede nel lento trend ascendente partito dal minimo del 16 Agosto, fatto attorno ai 1180 dollari.

Infine le CRIPTOVALUTE, sostanzialmente stabili o poco mosse (aggiornate a Venerdì 25-1).

Il BITCOIN si sta muovendo lateralmente, in attesa di riprendere direzionalità; la non-violazione dei 3200 dollari (ultima zona dei minimi) potrebbe favorire una discreta ripresa, con obiettivo possibile attorno ai 4500-4600 dollari.

Il BITCOIN CASH, dopo il crollo di avvenuto tra Novembre e Dicembre, è ancora in fase di stabilizzazione.

Appare piuttosto stabile invece RIPPLE, e quindi potenzialmente più interessante in caso di break-out verso l’alto

Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Panoramica settimanale su Indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (27 Gennaio 2019)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Vediamo la  VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA, che mostrano un andamento differenziato; il peggiore, in Europa, è il FTSE 100 inglese (-2-12%), il migliore, nella selezione, è il BOVESPA brasiliano (+1,64%); sostanzialmente invariati i mercati americani, grazie al recupero delle ultime sedute.

Il FTSE MIB italiano, dopo il minimo di fine 2018 (sotto nel grafico settimanale) ha innescato un movimento di recupero, superando la TRENDLINE discendente partita dal massimo del 4 Maggio (vedi freccia BLU). In caso di continuazione della tendenza, il prossimo obiettivo potrebbero trovarsi in area 20300-20500 punti, vale a dire nei pressi dei minimi di Agosto 2018. Non è escluso comunque che il mercato possa tornare (a breve o successivamente) verso i 19000 punti per “ritestare” la TRENDLINE sopra citata.

Il DAX tedesco ha riconquistato gli 11000 punti e sta tentando di ritornare verso gli 11500-11600 punti; fondamentale però la tenuta dei 10800 punti in caso di ritracciamento.

Decisa la risalita del NASDAQ americano (7165 punti) dopo il minimo del 24 Dicembre a 6193 punti; da verificare la tenuta del supporto formatosi attorno ai 7000 punti, in coincidenza della MEDIA MOBILE rossa a 55 giorni.

Continua a stupire, infine, il BOVESPA brasiliano, sui massimi assoluti (97677 punti) e non lontano quindi dalla importantissima soglia dei 100.000 punti.

Vediamo il grafico astrologico di Lunedì 28 Gennaio.

L’inizio della settimana appena trascorsa ha visto diversi aspetti planetari conflittuali e gli indici azionari ne hanno risentito, alcuni in misura maggiore, altri in misura minore.

MARTE, in ARIETE, sta uscendo dalla QUADRATURA con SATURNO in CAPRICORNO ed è ora in perfetto TRIGONO a GIOVE e VENERE, transitanti oltre la metà del segno del SAGITTARIO (aspetto molto positivo).

Si allenta di conseguenza la precedente QUADRATURA tra GIOVE e NETTUNO (in PESCI).

Il SOLE intanto è in ACQUARIO, in CONGIUNZIONE a MERCURIO.

E’ terminata anche la QUADRATURA SOLE-URANO (altro aspetto “frenante”).

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME.

Mentre il PETROLIO si concede una pausa, cala ancora il NATURAL GAS; ottimo invece l’andamento dei METALLI.

Qui sotto vediamo il grafico del NATURAL GAS, con massimo a metà Novembre attorno ai 4,75 e ritorno nel RANGE degli ultimi due anni, compreso tra 2,60 e 3,90.

L’ORO procede nel lento trend ascendente partito dal minimo del 16 Agosto, fatto attorno ai 1180 dollari.

Infine le CRIPTOVALUTE, sostanzialmente stabili o poco mosse (aggiornate a Venerdì 25-1).

Il BITCOIN si sta muovendo lateralmente, in attesa di riprendere direzionalità; la non-violazione dei 3200 dollari (ultima zona dei minimi) potrebbe favorire una discreta ripresa, con obiettivo possibile attorno ai 4500-4600 dollari.

Il BITCOIN CASH, dopo il crollo di avvenuto tra Novembre e Dicembre, è ancora in fase di stabilizzazione.

Appare piuttosto stabile invece RIPPLE, e quindi potenzialmente più interessante in caso di break-out verso l’alto

Buona settimana e alla prossima.
Giancarlo Anelli

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI

 

Sintesi settimanale su indici di Borsa, Materie prime e Criptovalute (23-12-2018)

#Borsa #Mercati #Indici #Previsioni #Pianeti #FtseMib #Criptovalute

Ben ritrovati.

Di seguito la VARIAZIONE SETTIMANALE sugli INDICI di BORSA (-4,13% di MEDIA); il peggiore è il NASDAQ americano (-8,36%).


Sotto il grafico del SUPERINDICE AZIONARIO, che ci dà un’idea dell’andamento generale.

Ora la VARIAZIONE sulle MATERIE PRIME; scendono con forza NATURAL GAS e PETROLIO.

Ecco il grafico comparato degli ENERGETICI e dei METALLI PREZIOSI.

Infine le CRIPTOVALUTE (aggiornate a Venerdì 21-12) con l’eccezionale risalita del BITCOIN CASH (+137%); la MEDIA sfiora comunque il +50%.

Il BITCOIN ha rimbalzato dalla soglia dei 3000 dollari.

Uno sguardo al grafico astrologico di Lunedì 24 Dicembre.

Il SOLE è entrato in CAPRICORNO e nell’orbita della CONGIUNZIONE con SATURNO.

Breve riassunto: dopo l’ingresso di GIOVE in SAGITTARIO, avvenuto a inizio Novembre, i mercati azionari hanno via via accelerato al ribasso, in particolar modo sulla QUADRATURA MARTE-GIOVE e successivamente in concomitanza della CONGIUNZIONE MARTE-NETTUNO (in quadratura al SOLE).

Sullo sfondo ha pesato inevitabilmente la SEMIQUADRATURA URANO-NETTUNO (collegata al TREND dei TITOLI TECNOLOGICI).

La situazione rimane contrastata per effetto della QUADRATURA GIOVE-NETTUNO, recuperata parzialmente dal SESTILE in formazione tra SATURNO e lo stesso NETTUNO.

Si sommano, in ogni caso, aspetti positivi e negativi.

Alla prossima.

Home

Prova gratuita di 10 giorni

Risultati MINICICLI