I tempi della Terra e le fluttuazioni planetarie (13-10-2017)

Ben ritrovati.

Se manteniamo vigile l’attenzione, dobbiamo riconoscere che accanto alle vicende dei mercati c’è uno scenario di fondo, un tessuto invisibile che condiziona e avvolge tutte le attività umane.

Tutti noi avvertiamo una spinta o un freno in determinati periodi dell’anno, in quanto risentiamo della cosiddetta “stagionalità”, un fattore di cui dobbiamo tenere conto.

Se non si comprende il fenomeno della stagionalità, si rischia di non essere in sintonia con i ritmi della natura e di compiere quindi delle scelte controproducenti in riferimento al momento e al contesto temporale in cui vengono fatte.

Possono non essere sbagliate in assoluto ma “fuori tempo” o non in sintonia con il tempo cosmico, vale a dire quell’ordine naturale superiore a cui accediamo quando siamo “ispirati” e motivati.

Oltre alla classica “stagionalità” che conosciamo (vale a dire il percorso solare nell’arco di un anno), vi è un altro tipo di fenomeno da analizzare e comprendere, ed è proprio l’oggetto di questo articolo.

Sappiamo che l’influenza della ciclicità non deve affatto essere trascurata, ma viceversa studiata con attenzione.

Voglio condividere dunque una mia scoperta su questo argomento e sulle dinamiche planetarie in generale, di cui ho parlato nel mio terzo libro dal titolo “Iniziazione alla Borsa e alla Visione Planetaria”.

Si tratta di un indicatore planetario che a me è risultato particolarmente utile ed efficace per comprendere alcune dinamiche altrimenti incomprensibili, che riguardano appunto l’andamento delle cose e il perché ci troviamo a volte in periodi di spinta e in altri di frenata.

Mi riferisco alle FLUTTUAZIONI PLANETARIE, movimenti ciclici pluriennali che scandiscono appunto queste fasi di salita e di discesa.

Attualmente, almeno secondo i miei studi, ci troveremmo all’interno di CICLI PLANETARI DISCENDENTI, in particolare dal 2011.

Anni di CRISI ma anche di opportunità.

Sotto si può vedere proprio la FLUTTUAZIONE PLANETARIA, con l’ONDA che da LUGLIO (2017) sta proseguendo verso MARZO 2018.

Fluttuazione planetaria

Fluttuazione planetaria

La FLUTTUAZIONE PLANETARIA dà un’idea della “marea astrale”, della FORZA MAGNETICA POSITIVA o NEGATIVA che accompagna le VARIE FASI della VITA.

NON INDICA I RIBASSI E I RIALZI ma L’ENERGIA A DISPOSIZIONE per la RIUSCITA.

Ripeto: non indica i rialzi e i ribassi, anche se vi può essere un nesso tra le ONDE e il mercato.

Serve a capire che nelle ONDE ASCENDENTI bisogna lavorare in un certo modo, mentre nelle ONDE DISCENDENTI bisogna agire in un altro modo.

Si potrebbe fare una ANALOGIA con le STAGIONI della TERRA.

Vi è un TEMPO per ARARE la TERRA, uno per SEMINARE, uno per ANNAFFIARE e CURARE, e l’ultimo per MIETERE il RACCOLTO e raccogliere i FRUTTI.

Quando le ONDE della FLUTTUAZIONE diventano DISCENDENTI bisogna lavorare appunto sulle prime due FASI: arare il terreno e seminare.

Quando le ONDE della FLUTTUAZIONE diventano ASCENDENTI, in base a come avremo arato il terreno e seminato, potremo cominciare a curare ed annaffiare, in modo da poter raccogliere i maggiori frutti sulla CRESTA dell’ONDA ASCENDENTE (prima che inizi una nuova fase discendente e si rimescolino le carte).

Ho già sperimentato tre forti ONDE DISCENDENTI (almeno con la consapevolezza di queste informazioni), nel 2011, nel 2013 e nel 2015 (sarebbe troppo lungo spiegarne tutti i retroscena)..

In ogni caso, quando l’ONDA ASCENDENTE diventa DISCENDENTE, cambia completamente lo scenario di fondo, anche se in modo invisibile.

Da LUGLIO 2017 in avanti siamo all’interno di un’ONDA di FLUTTUAZIONE DISCENDENTE.

Volendo fare una similitudine tra il TRADING e l’attività di PESCA, significa (o può significare) che anche le condizione del MARE (della BORSA) non sono così favorevoli ai GUADAGNI.

Non dipende dal fatto che il mercato salga o scenda.

Dipende dal fatto che il VENTO è CONTRARIO e che quindi è più difficile realizzare degli utili.

Ciò nonostante, è un ottimo momento per arare il terreno e seminare, per poter magari raccogliere i frutti più in là.

Ho già affermato che il campo del TRADING, a mio avviso, si è un po’ “saturato”, proprio per la proliferazione di segnali operativi senza la necessaria preparazione psicologica, energetica, strategica e attitudinale.

Questo lavora di preparazione, in base alla mia esperienza, rappresenta almeno il 75-80% del lavoro del TRADER, mentre il 20-25% è costituito dalle TECNICHE e dai “SEGNALI”.

Sopratutto all’interno delle ONDE di FLUTTUAZIONE DISCENDENTE, è invece fondamentale dedicarsi a questo importante lavoro di PREPARAZIONE al TRADING, che presupponga una CRESCITA ENERGETICA.

Alla prossima
Giancarlo Anelli

Libri di Giancarlo Anelli


1) il Mondo della Borsa e il Trading con i Minicicli

Un metodo straordinario, basato sui pianeti, per costruirsi un Capitale nel Tempo

Presentazione Libro 1 – Il MONDO della BORSA e il TRADING con i MINICICLI


2) L’Astrologia e la Borsa

Un viaggio affascinante negli ultimi 15 anni dell’indice azionario italiano in chiave astrologico-planetaria. Le basi dell’Astrologia applicata alla Borsa

Presentazione Libro 2 – L’Astrologia e la Borsa


3) Iniziazione alla Borsa e alla Visione Planetaria

Il libro che completa la trilogia astrologico-planetaria; contiene le proiezioni planetarie fino al 2020

Presentazione LIBRO 3 – Iniziazione alla Borsa e alla Visione Planetaria

Presentazione di Giancarlo Anelli

giancarlo-anelli.png

Mi chiamo Giancarlo Anelli e seguo l’andamento dei mercati finanziari da circa vent’anni. Sono l’ideatore dei MINICICLI, un metodo di TRADING straordinario per operare in Borsa in modo innovativo, semplice e rivoluzionario.

Cellulare: 329 5456607
Email: giancarloanelli@libero.it


Il mio approccio, evolutosi nel tempo, è un po’ particolare, in quanto mi avvalgo, oltre che dell’analisi tecnica, anche dello studio dell’influenza dei pianeti e in generale di tutti gli elementi astrologici; credo infatti che nel confronto con i mercati serva una conoscenza multidisciplinare. Ho voluto quindi mettere nero su bianco il frutto della mia esperienza, scrivendo tre libri sull’argomento.

Estratto – Il MONDO della BORSA e il TRADING con i MINICICLI

Grazie a questo tipo di approccio ho potuto talvolta fare delle previsioni con largo anticipo, perchè in determinati casi vi è una convergenza di fattori che rendono la previsione piuttosto probabile e precisa.

Così, ad esempio, nell’agosto 2008 scrissi che a Settembre, sulla congiunzione Sole-Saturno (in quel momento nel cielo vi era l’opposizione Saturno-Urano), sarebbe potuta scoppiare una crisi negli Stati Uniti (e questo si verificò, con il fallimento di alcune importanti banche d’affari); in quell’occasione, ovviamente, i mercati diedero origine ad un forte ribasso, che proseguì per alcuni mesi.

Verso dicembre 2008 feci un’altra eccellente previsione, dicendo che il minimo di mercato, avrebbe potuto verificarsi a Marzo 2009 (evento che poi accadde realmente).

In quell’occasione, mettendo in relazione l’ingresso di Giove in Acquario, aggiunsi che il mercato italiano, da quel minimo (che fu fatto, lo ricordo, il 9 Marzo a 12621 punti di indice), avrebbe potuto mettere a segno un rialzo del 100% (raggiunto in Ottobre sopra i 24400 punti).

Tornando a tempi più recenti, nel Novembre 2016 (e in realtà anche un po’ prima), ho scritto della possibilità di un ottimo rialzo (di almeno sei mesi) sul mercato italiano ed in particolare sui titoli bancari e assicurativi, cosa che si è puntualmente verificata (ricordo che a inizio Dicembre 2016 molti analisti si attendevano invece un crollo del Ftse Mib sul risultato del referendum).

La previsione però, per quanto accurata, non basta per poter svolgere un trading profittevole, questo va detto con chiarezza; serve infatti, a quel fine, una conoscenza specifica e tecnica del mercato, degli strumenti e del timing.

Necessarie, inoltre, sono una corretta strategia e pianificazione delle operazioni per riuscire ad essere effettivamente vincenti, oltre che l’utilizzo di un corretto money management nonchè di un capitale adeguato alle nostre aspirazioni di guadagno.

Infine, ma non ultimo, ritengo sia indispensabile un corretto approccio mentale al trading, escludendo situazioni di conflittualità nei confronti del mercato, mantenendo sempre una equilibrata situazione di benessere personale in termini psicologico/energetici.

Va sottolineato che i positivi risultati sono raggiungibili solo quando si è accumulata sufficiente energia positiva (capitale psicologico).

Se non si dispone quindi di sufficiente forza mentale, preparazione, tranquillità e strategia, è molto difficile poter effettuare con costanza delle operazioni vincenti; la fortuna potrà assisterci solo saltuariamente ed in modo del tutto casuale.

Interagire con un campo che è tendenzialmente “negativo”, rimanendo “positivi” (pronti, attenti e “neutrali” rispetto all’esito delle operazioni) è, di fatto, uno fra i primi aspetti da tenere in considerazione e su cui lavorare.

Un altro elemento chiave da considerare, è l’affinità e la confidente familiarità con uno specifico metodo di trading…

A mio giudizio, si può guadagnare con costanza, solo se si è in reale sintonia con un metodo di trading e con l’esperto che lo propone.

Si deve perciò creare un’alchimia, una “risonanza” tra l’esperto, il metodo, e l’utilizzatore, che permetta così di battere il mercato, che altrimenti, inevitabilmente, vince nel 90% dei casi.

Il mio impegno è volto a costruire il professionista del Trading con i MINICICLI, una persona che sappia agire attraverso una metodologia precisa, efficace e concretamente applicabile (guadagnare in borsa è possibile ma non scontato).

Incontro formativo sulla Consapevolezza dell’Energia (Sabato 7 Ottobre a Milano)

E’ in previsione un INCONTRO FORMATIVO, della durata di un giorno (dalle 10:30 alle 16:30), sulla consapevolezza dell’energia, la decodificazione dei “segnali interiori” e l’introduzione al linguaggio “analogico”.

E’ un percorso specifico e innovativo per aumentare il livello energetico e procedere nel percorso evolutivo.

Queste tematiche si inquadrano nell’ottica del trading con i Minicicli, ma non solo; è un tipo di “preparazione” che risulta essenziale in tutti i campi.

L’incontro si terrà a MILANO (zona Piazza Duomo).

Chi fosse interessato a partecipare può inviare una email a giancarloanelli@libero.it per richiedere maggiori informazioni.

PROGRAMMA indicativo dell’incontro

– “CONTROLLO e RIALLINEAMENTO dei CHAKRA”.

– PROFILI ASTROLOGICI di BASE e INTERAZIONE tra i SEGNI.

– L’EFFETTO delle FLUTTUAZIONI PLANETARIE.

– Gli ESERCIZI di ARMONIZZAZIONE, MEDITAZIONE e CENTRATURA.

– La DECODIFICAZIONE dei SEGNALI INTERIORI.

– Il LINGUAGGIO ANALOGICO.

– Le ENERGIE di BASE: POSITIVA-MAGNETICA / NEGATIVA e ANTIMAGNETICA / VIBRAZIONALE.

– Come RICONOSCERE le ENERGIE.

– Come RISOLVERE i CONFLITTI (in ambito familiare, lavorativo o altro).

– REGOLE ENERGETICHE (cosa funziona e cosa non funziona).

– AUMENTARE la PERCEZIONE.

– Spunti sull’ALIMENTAZIONE e sulla “SINCRONIZZAZIONE”.

– L’INTERAZIONE con la TECNOLOGIA.

– La TRASFORMAZIONE (riuscire a mettere in pratica i principi energetici).